7 consigli per portare clienti sul sito del tuo B&B - Donato Margapoti Wed Designer e Front-end Developer

Iscriviti alla mia newsletter

Acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

7 consigli per portare clienti sul sito del tuo B&B

22 Gennaio 2018

consigli per portare clienti sul sito b&b

Hai realizzato il sito per il tuo bed & breakfast, ma non riesci a ottenere le prenotazioni dirette che speravi?

Perché il sito della tua struttura ricettiva generi prenotazioni e faccia aumentare i tuoi guadagni, ha bisogno di due cose:

  • essere ottimizzato per aumentare le prenotazioni dirette,
  • ricevere visite da utenti interessati a prenotare un soggiorno.

 

Se entrambe queste due condizioni non si verificano hai buttato denaro.

Se nessuno visita il tuo sito, nessuno potrà prenotare, è inutile che ti spieghi il motivo; se invece hai molte visite, e il sito non converte i visitatori in clienti, oltre a quanto speso per realizzarlo, stai sprecando anche l’investimento per portare il traffico.

Oggi non sono qui a dirti come ottimizzare il sito della tua struttura ricettiva, ma ti parlerò di come ottenere maggiore traffico, per questo continua a leggere, perché ti darò sette utili consigli su come portare più clienti sul sito del tuo b&b.

Sei pronto? Iniziamo.

1. Lavora sulla SEO

Per far trovare il tuo sito a quegli utenti che cercano su Google un posto dove alloggiare, questo deve essere costruito e gestito seguendo delle regole, a volte dettate da Google, a volte dal buon senso.

La SEO (Search Engine Optimization) è un lavoro lungo e complesso che porta buoni frutti, se fatta bene; porta traffico sul sito senza investimento in pubblicità e in genere i suoi effetti durano nel tempo.

Nonostante la sua complessità alcune pratiche non richiedono troppe competenze e puoi farle da solo, aiutandoti ad esempio col plugin YoastSeo, se il tuo sito è sviluppato su WordPress.

Ma veniamo al dunque.

Sarò veloce, perchè oltre alla SEO devo parlarti di tante altre cose, quindi andiamo avanti:

  • ottimizza il tag title di tutte le pagine del sito – Google lo utilizza per capire l’argomento della pagina;
  • ottimizza il tag description delle pagine del sito – Google usa questa descrizione sotto al link nei risultati di ricerca;
  • scrivi contenuti – se il tuo sito non ha contenuti, cosa dovrebbero indicizzare i motori di ricerca?
  • usa parole chiave pertinenti – i titoli delle pagine e dei contenuti devono contenere parole per le quali potresti essere ricercato e che ti differenziano dai tuoi concorrenti;
  • riduci il tempo di caricamento del sito – Google, e anche gli utenti, preferiscono i siti che si aprono in pochi secondi;
  • rendi il sito mobile friendly – vale lo stesso discorso di prima;
  • riduci le dimensioni dei files delle immagini e descrivile sempre con l’attributo “alt” – i motori di ricerca indicizzano le immagini grazie a questo attributo;
  • registra il sito sulla Google Search Console – Google saprà subito che il tuo sito è online;
  • crea link interni tra le pagine del tuo sito – permetterai ai motori di ricerca, e agli utenti, di trovare le pagine e navigare il sito più facilmente;
  • non copiare mai testi e immagini da altri siti – Google penalizza i siti con contenuti copiati – ti assicuro che se ne accorge;
  • ottieni dei link esterni iscrivendo il sito in directory o portali turistici.

2. Crea contenuti

Se il sito non ha contenuti, il motore di ricerca non ha materiale da mostrare nei suoi risultati.

Crea contenuti che parlano del luogo in cui si trova il tuo b&b, degli eventi più importanti, scrivi delle piccole guide locali o parla di cose che rendono unica la tua struttura.

In questo modo avrai più possibilità di comparire nelle ricerche di chi ha bisogno di informazioni su un evento nella tua zona o cerca strutture che forniscono un servizio particolare.

Articoli o video sono i contenuti ideali per una struttura turistica.

3. Scrivi una newsletter

Essere in contatto con chi è già stato da te o, passando per il sito, si è iscritto alla tua newsletter, è un modo efficiente e a basso costo, per portare traffico sul tuo sito.

Con la newsletter puoi informare sulle novità della tua struttura, la pubblicazione di nuovi contenuti o proporre offerte dedicate.

Fidelizzerai i tuoi clienti e avrai con loro un canale di comunicazione diretto.

4. Crea il profilo del tuo b&b su Google My Business

Google offre gratuitamente un grande strumento, sfruttalo.

La tua struttura uscirà su Google Maps ogni volta che qualcuno sta cercando un alloggio nella tua zona.

Avrai una scheda dedicata dove potrai caricare foto, video, ricevere le recensioni dei clienti e scrivere post che rimandano al tuo sito.

Una vetrina gratuita che, se ben curata, potrebbe catturare l’interesse del turista e portarlo sul tuo sito, dove potrà avere maggiori informazioni e prenotare direttamente.

5. Crea una pagina Facebook

Questo social network, probabilmente non è il primo posto dove la gente va a cercare alloggio, almeno per ora; ma una struttura ricettiva deve avere una pagina su Facebook.

Perchè dico che devi avere la pagina Facebook?

Perché ad agosto 2017 Facebook aveva 2 miliardi di utenti e tra questi ci sono i tuoi clienti e quelli che potrebbero diventarlo.

Hai una vetrina aperta a miliardi di persone, che i tuoi clienti potranno usare per scrivere le loro recensioni o condividere le foto del loro soggiorno, dove tu potrai interagire con loro, aumentando la visibilità del b&b.

Condividendo i contenuti del sito sulla pagina porterai traffico sul sito e potrai anche sponsorizzare la tua struttura.

6. Crea un profilo Instagram

Crea un profilo instagram e fallo crescere.

Questo social network è basato sulla condivisione di foto e brevi video, puoi raggiungere un target di persone giovani che amano il linguaggio visuale, insomma, il miglior posto dove promuovere una struttura turistica.

Collega le foto ad un luogo specifico, alla tua zona o al tuo nome, promuovi le tue offerte e metti l’indirizzo del sito nella descrizione; vedrai il traffico da smartphone, al tuo sito aumentare.

Ma c’è di più, perché se colleghi il profilo Instagram alla pagina Facebook, avrai a disposizione le statistiche e potrai sfruttare la potenza dei due social per la pubblicità.

7. Fai pubblicità su Adwords e Facebook

Finora ti ho dato consigli a costo zero, a meno che non ti rivolga ad un professionista per metterli in pratica, adesso però, ti suggerisco di investire un pò di denaro in pubblicità a pagamento.

Si, perché l’unico mezzo che ti permette di ottenere immediatamente e quando vuoi tu, traffico sul tuo sito, è la pubblicità a pagamento.

Usa Google Adwords, per intercettare chi cerca su Google un alloggio nella tua zona oppure sta cercando un evento o un itinerario turistico.

Usa Facebook e Instagram Ads per sponsorizzare le tue offerte e mostrarle ai target di persone che ti interessano.

Sia Google Adwords che Facebook e Instagram Ads sono strumenti semplici da usare, potresti fare da solo, ma spesso creare campagne pubblicitarie e strategie efficaci non è cosa da poco; in questi casi conviene affidarsi ad un professionista o un’agenzia che possono farti risparmiare tempo e soldi.

Adesso prova a mettere in pratica i consigli che ti ho dato e fammi sapere come è migliorato il traffico sul tuo sito nei commenti qui sotto.

Tags: b&b web marketing

Per essere aggiornato sulla pubblicazione dei miei post e altre interessanti cose, iscriviti alla mia newsletter!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Commenti